“Un ringraziamento speciale dal profondo del cuore va a tutte le famiglie che in questi 18 mesi ci sono state vicine e ci hanno dato fiducia in uno dei momenti più difficili della storia del Paese, seguendo con passione ed interesse i loro ragazzi. Insieme a loro ringrazio tutti i dirigenti, i tecnici, le atlete e gli atleti che hanno portato avanti un lavoro enorme, tra mille difficoltà, e hanno deciso di continuare a dare il loro contributo alla causa gialloblù anche per la prossima stagione”: inizia così l’intervista con il Presidente dell’Eretum Monterotondo, Dino Alessandri, che poi passa a tracciare un breve bilancio della stagione appena terminata: “Siamo complessivamente soddisfatti del lavoro che è stato fatto in questi mesi, anche se la stagione è stata condizionata dal Covid più che dai risultati sportivi. Dispiace che nonostante la pandemia, le note difficoltà economiche e gestionali che abbiamo dovuto affrontare – come tutte le società – e l’impossibilità di valutare appieno l’operato di giocatori e tecnici, anche e soprattutto alla luce dei risultati sportivi, qualcuno ha deciso di abbandonare la nave lasciando a metà il lavoro che aveva iniziato e portato avanti in questi mesi difficili”.

Gli ostacoli, l’addio di alcuni tecnici e l’incertezza dovuta al Covid, che purtroppo non è ancora totalmente scomparso dalla scena, non ha impedito alla società di programmare la prossima stagione: “Abbiamo rimesso in piedi il Settore Giovanile – riprende Alessandri – affidando la direzione a Fabio Ciaccasassi, Direttore di grande esperienza e con un curriculum di tutto rispetto. Con Ciaccasassi abbiamo sistemato tutte le squadre giovanili, che parteciperanno ai rispettivi campionati regionali, affidandone la guida ad allenatori esperti e preparati”.

Conferme importanti arrivano dalla Scuola Calcio: “La ricostruzione della Academy maschile e femminile – continua Alessandri – è iniziata lo scorso anno quando ne abbiamo affidato la guida a Marco Marchi, manager che non ha bisogno di presentazioni in quanto può vantare nel suo curriculum esperienze in società quali Juventus e Parma, e a Gianluca De Dominicis che proprio sotto la guida di Marchi sta crescendo molto mettendo a frutto la sua esperienza da calciatore e le sue importanti qualità umane e professionali”.

Parallelamente, prosegue inarrestabile la crescita del settore femminile: “Il calcio in rosa – commenta Alessandri – è un nostro fiore all’occhiello. Sotto la guida del Responsabile del settore femminile, Daniele De Luca, abbiamo una prima squadra che proprio in questa stagione taglierà il traguardo dei 10 anni; la Scuola Calcio femminile, al terzo anno di attività e la grande novità della prossima stagione: la formazione Under 17 guidata da Fabiana Fusco, che ha avuto grande merito nella costituzione e nella crescita della Scuola Calcio in rosa”.  

Un lavoro notevole, un progetto importante che però secondo il Presidente gialloblù potrebbe essere ancora più ambizioso se si riuscisse, una volta per tutte, ad unire le forze con altre realtà storiche della città per creare un unico grande polo calcistico eretino: “C’è rammarico – spiega Alessandri – nel dover ascoltare ogni anno in questo periodo le solite voci che ci danno per finiti, se non peggio… e nel veder fiorire sempre nuove realtà, che senza una struttura di riferimento rischiano di scomparire in poco tempo vanificando tutto il lavoro fatto, quando sarebbe molto più utile a mio avviso – per il bene dello sport e della nostra città – creare un unico grande progetto sportivo, un unico grande polo di Roma Nord. Per far tornare Monterotondo al centro della scena calcistica e non solo. Questo è il nostro grande obiettivo: siamo qui e ci saremo finché non riusciremo a realizzarlo, sempre con la speranza di mettersi prima possibile alle spalle la pandemia in modo da tornare a lavorare in condizioni normali. Nel frattempo, auguro buon Ferragosto e buone vacanze a tutti i nostri tesserati e alle loro famiglie”.